Vi presentiamo la quinoa!

Vi presentiamo la quinoa!

Un cereale ancora poco conosciuto, ma perfetto anche nella dieta delle persone affette da celiachia

La quinoa, considerata dagli Incas “la madre di tutti i semi”, non è un cereale, bensì una pianta erbacea della medesima famiglia di barbabietole e spinaci, ma nella quale la parte commestibile e più ricca di proprietà nutritive è costituita dai semi.

Sebbene come anticipato si tratti di una pianta erbacea, viene considerata quale pseudocereale in quanto i suoi semi presentano un aspetto e proprietà del tutto paragonabili a quelle dei cereali. Proprio per le sue caratteristiche viene considerata un superfood in tutte le sue diverse varianti, in particolare quella bianca, nera e rossa, di fatto anche le più conosciute. Ne esistono oltre 120 tra le quali spicca come migliore la quinoa real, coltivata prevalentemente in Bolivia ad altitudini superiori ai 3.000 metri sul livello del mare. Questa pianta infatti è difficile da coltivare al di fuori delle aree con clima andino, ragion per cui forse ancora oggi non risulta particolarmente conosciuta.

Quali sono le proprietà della quinoa?

Partiamo con una premessa, ovvero la quinoa è un alimento molto prezioso per le popolazioni andine in quanto da sempre ha rivestito un ruolo primario nella loro alimentazione.

I semi di questa pianta sono infatti ricchi di proprietà nutrizionali, infatti oltre a essere priva di glutine presenta:

  • Elevato valore proteico, che contribuisce a promuovere la funzione plastica della pelle e al rinnovamento tissutale
  • Alto contenuto di fibre, sali minerali, acidi grassi insaturi
  • Contiene tutti i nove amminoacidi essenziali, ovvero istidina, fenilalanina, isoleucina, valina, leucina, lisina, metionina, treonina e triptofano, ma anche arginina (considerato non essenziale). La presenza di metionina porta la quinoa a svolgere un ruolo detossinante per l’organismo in quanto favorisce la metabolizzazione dell’insulina e aiuta il corpo a eliminare tossine e additivi alimentari dannosi
  • Contiene trimetilglicina che riveste un ruolo fondamentale nel processo di detossificazione dall’omocisteina, potente ossidante che genera radicali liberi
  • Ricca di antiossidanti come i flavonoidi che sul corpo hanno effetti antinfiammatori, antivirali, antidepressivi e antitumorali
  • Assicura un elevato apporto di magnesio
  • Contiene anche potassio, fosforo, ferro e zinco in quantità considerevoli, è molto più calcio rispetto al latte
  • Notevoli quantità di vitamina C ed E, quest’ultima alleata nella protezione dei tessuti e delle vene
  • È estremamente nutriente in quanto 100 grammi apportano ben 350 calorie, sazia quindi a lungo risultando ideale nelle diete
  • Presenta un indice glicemico medio-basso pertanto idonea per soggetti diabetici
  • Ideale anche per chi soffre di colesterolo in quanto le fibre contenute sono in grado di regolare quello cattivo e abbassare la pressione sanguigna
  • Aiuta a ridurre il valore dei trigliceridi nel sangue
  • È facilmente digeribile
  • Presenta un contenuto di saponina in piccole quantità, glicoside vegetale che contribuisce alla salute della pelle.

Come cucinare la quinoa? Ecco alcune idee!

I semi di quinoa possono essere tostati e bolliti, ma anche risottati per creare varianti ai tradizionali risotti. Questa però può essere usata come ogni altro cereale anche nella preparazione di zuppe e minestre, oppure come contorno per accompagnare carne e verdure.

In vista dell’estate può essere una perfetta alternativa al riso per la preparazione di insalate fredde, condite a piacimento con verdure, formaggi, tonno, uova sode o salumi. Un piatto completo insomma ed estremamente saziante.

I semi di quinoa bolliti potrebbero essere impiegati anche al posto del tradizionale cous cous, oppure, uniti alle verdure, per la preparazione di burger e polpette vegetali.

Sempre i semi bolliti di quinoa potrebbero essere aggiunti a muesli e yogurt, assieme a frutta secca e fresca per una colazione proteica, ideale per iniziare la giornata con le energie giuste. Gli stessi potranno poi essere usati per la preparazione di biscotti o inseriti all’interno di torte e dessert al cucchiaio in alternativa a basi croccanti di semi e biscotti.

Dai semi di quinoa è poi possibile ricavare farina, questa può essere utilizzata nelle più svariate preparazioni, dal pane alla pizza, passando per pasta fresca e secca, oltre agli immancabili dolci.

Sei alla ricerca della quinoa in semi o sotto forma di farina?

Celiachia Milano propone ai propri clienti una vasta selezione di prodotti senza glutine a base di quinoa. Dai semi alla farina, ma anche semilavorati realizzati con questo pseudocereale, quali pasta, panini e molto altro ancora.

La nostra proposta è davvero ampia e sapremo anche fornire ai nostri clienti utili suggerimenti sull’utilizzo della quinoa in cucina per la preparazione di squisite ricette!